Comunicazione "materica": quando guardare & toccare fa la differenza

06/12/2021


Comunicazione "materica": quando guardare & toccare fa la differenza

La fisicità della carta consente il ripetersi del contatto col messaggio comunicato ed un tempo di esposizione più lungo rispetto a quanto non avvenga con la comunicazione veicolata dal web.

Queste caratteristiche si uniscono anche ad una percezione di maggior credibilità e consistenza di chi comunica, che risulta maggiormente coinvolto in termini di responsabilità.

Infine, l'emozione tattile coinvolge il destinatario del messaggio, stimolando l'immaginazione e catturando la sua attenzione.

Ecco perché un piano di comunicazione efficace si caratterizza per la forte integrazione tra mezzi di comunicazione tradizionali e tecnologie digitali.

Oggi queste caratteristiche collegate alla fisicità della carta possono essere ancor più esaltate e rese efficaci: i nuovi film materici aggiungono infatti degli effetti tattili e visivi alla superficie dello stampato, che diviene più sorprendente ed attraente, determinando un ulteriore innalzamento della soglia di attenzione del fruitore del messaggio.

Gli effetti tra cui scegliere sono molteplici - pelle, sabbia, legno, tela, velluto - e possono essere utilizzati per comunicare messaggi differenti: un effetto sabbiato comunicherà un orientamento originale, una finitura telata è più legata a scelte tradizionali, una superficie vellutata sarà la scelta d'elezione di chi vuole distinguersi per eleganza.

Biglietti da visita, copertine di libri, packaging di prodotti: ogni azienda comunica i propri messaggi anche attraverso questi prodotti ed oggi i film materici aiutano a farlo in modo ancor più mirato ed efficace!